Baby and the City. Roma, città non a misura di bambino

Uscire di casa è un incubo.

Tutto è iniziato con le misure dell’ascensore. Un bel giorno io e Mr P. siamo usciti sul pianerottolo, metro in mano a calcolare l’apertura delle porte. Una cinquantina di centimetri, forse 52 ad essere precisi. “Perfetto”, mi ero detta io, “Il trio Inglesina ne misura 51 quindi ci siamo precisi precisi”. Beh, ho capito una cosa: gli ascensori sono come le canottiere di cotone: se le prendi troppo precise, dopo un po’ si restringono. E questo è quello che è successo a noi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...