Ho sempre amato settembre. Sì, è vero, l’estate è finita, i costumi vengono buttati in fondo all’armadio e le giornate sono via via più corte e fredde. Però l’autunno è anche la stagione del raccolto, dell’uva e delle zucche e soprattutto delle grandi ripartenze. È il trionfo prima del declino invernale.

Fino all’anno scorso questi erano i giorni delle liste di buoni propositi in stile Capodanno, delle riviste di bellezza su cui studiare i look per la prossima stagione, degli acquisti sulla base del punto immediatamente precedente (in fondo ai prossimi saldi manca così tanto!).

Stavolta invece mi sembra di vivere un settembre a metà. Le vacanze sono finite, il lavoro ricominciato, ma quell’idea di “ripartire” (con un nuovo look, buoni propositi e via dicendo) proprio non la sento.
Mi sembra un settembre in stand by, insomma. E io lo so chi ha spinto il pulsante “pausa”. È stato le bebè.

Così, anziché sognare le mie gloriose mise per la stagione A/I 2013, mi sono messa sul divano, cuscino sotto i piedi e pancera sotto il vestito. Mentre Mr P. sfornella in cucina per l’antipasto di polpo e la spigola al forno. Sì, mi sento in colpa, se è questo che vi state chiedendo. Ma, poi, non è proprio colpa mia. Se mi sento in pausa è anche un po’ per le bebè.

(Ecco, una zanzara non deve averlo capito e mi ha pizzicato sotto il piede. Fastidio immondo).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...