Boston città di runner

Boston città di runner
Boston città di runner

Ok, questa non posso non raccontarla.

C’è un negozio di abbigliamento sportivo su Boylston Street in zona Copley, nel cuore della città, specializzato in abbigliamento da corsa. La corsa, dal jogging al running, è la quinta essenza dei bostoniani, che ogni giorno e in ogni stagione percorrono miglia e miglia di marciapiedi e strade sterrate, dalle vie del centro ai sentieri lungo il fiume. Li vedi all’alba d’inverno con giacche e fuseaux termici, nelle sere d’estate con pantaloncini corti. Corrono sulla neve, sotto la pioggia, quasi sempre in strada ma anche nelle palestre, dove dozzine e dozzine di tapis roulant con TV incorporata mettono alla prova motivazione e resistenza.

Comunque, se vuoi correre da bostoniano a Boston, non puoi esimerti da una tappa al Marathon Sports su Boylston Street. Da gennaio in vetrina è esposto un super orologio con conto alla rovescia puntato sulla celeberrima Boston Marathon, che si tiene ogni anno a fine aprile. L’orologio conta le ore che mancano alla maratona.

Ma il pezzo forte del Marathon Sports è la loro policy di prova. Prima di comprare le scarpe, ovviamente, devi provarle. Ma non su un divanetto, come in tutti i negozi. No: devi indossare le scarpe, uscire dal negozio, e correre.

Più di una volta, guardando i potenziali clienti che si allontanano di corsa dal negozio, con il commesso che annuisce mentre osserva il movimento dei piedi, penso a quella scena de I Laureati, quando Pieraccioni e gli altri fingono una gara di corsa fuori dal ristorante, per non pagare il conto.

Solo che questi dopo la corsetta intorno all’isolato tornano al negozio, e pagano.

Annunci

3 pensieri su “Boston città di runner

  1. Non succede solo a Boston, ma anche in quella piovosa città belga dove ci siamo conosciute. Ricordo che un giorno ho accompagnato un amico a comprarsi un paio di scarpe da ginnastica e, vista la sua indecisione tra due modelli, il commesso gli ha consigliato di provare a fare una corsetta per la via. Non ti dico le risate a vederlo correre in giacca e cravatta (era il periodo dello stage in Rappresentanza – che bel periodo!), con vistose scarpe da jogging ai piedi, su e giù per rue du luxemburg…

  2. Dove compro le scarpe io … in un tranquillo paese della bergamasca … succede lo stesso. L’omino ti prende la misura del piede, ti analizza la camminata e poi ti dà le scarpe adatte a te (circa 3 o 4 modelli) e poi te le fà provare fuori correndo in strada. Si alterna il piede destro di una col sinistro dell’altra ed in base alle sensazioni le fà cambiare e riprovare invertite. Alla fine la scarpa è perfetta però 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...