Matar a saudura

Ogni tanto mi prende.

L’ho soprannominata “saudura“, perche’ e’ una sensazione a meta’ tra la saudade (o saudagi) dell’Europa e la paura di riavvicinarmi a quel calderone di Pandora che e’l’Italia.

Mi prende nei momenti piu’ inaspettati. Come stamattina, quando facevo colazione davanti al TG della CNN e guardavo le immagini di Londra e Parigi paralizzate dalla neve. In un istante, gli autobus rossi a due piani e la Tour Eiffel imbiancata hanno tradotto nel mio sistema nervoso un netto segnale di familiarita’, che si e’ scontrato immediatamente con la nozione di lontananza geografica.

E come la nebbia si genera dall’incontro di correnti calde e fredde, la saudura mi ha confusa tra l’eccitazione per essere dove sono e la melanconia di sapere che tutto quello che mi sono lasciata dietro,buono e cattivo, si sta comunque evolvendo. Senza di me.

Si dice che la saudade si possa “uccidere” parlando a voce alta del ricordo che da’ dolore.

Per matar a saudura, io scrivo.

Annunci

7 pensieri su “Matar a saudura

  1. “Saudura” sintetizza e concentra al massimo quello che umanamente stai provando..è vero che quello che hai lasciato qui si sta evolvendo senza di te, ma anche tu ti stai “evolvendo”…o no? ; )

    Saluti dalla “lontana” Europa

  2. Io soffrii di ‘saudura’ per i primi sei mesi di permanenza all’estero, vent’anni fa dopodiche’ decisi di concentrarmi sulla nuova nazione di residenza altrimenti sarebbe stato troppo difficile.

    In bocca al lupo

    Aldo

  3. Per consolarti: qui c’é più aria di involuzione che di evoluzione. Non temere quindi che le cose evolvano…e tanto gli affetti rimangono, anche se sei lontana un oceano da noi!

  4. Ciao, mi chiamo Claudia e sto per fare una domanda di lavoro che mi permetterà di andare a vivere a Boston.
    per caso sono capitata a leggere le tue cose, ma puoi dirmi come si sta da quelle parti? Ne sarei veramenta felice, dimmi i pro e i contro perchè nel caso decidessi di andare dovrò rimanerci per almeno tre anni.
    Grazie e un sauto amichevole Claudia

    1. Ciao Claudia. In generale ci sono piu’ “pro” che “contro”, e molte “stranezze”in un Paese tanto diverso dall’Italia. Il mio consiglio e’ di partire e trasferirti qui, 100%!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...