Sogni da realizzare

Tasse
Tasse

Oggi ho realizzato uno dei miei grandi sogni: quello di essere un evasore totale. E pure legalmente.

Ultime dalla “terra delle opportunità”: non solo lo stipendio arriva bisettimanalmente, il che mi pare un atto di pura e semplice civiltà. Ma se sei studente o straniero, arriva pure senza tasse. Un miracolo della finanza!

Già, perché gli studenti in America sono una categoria iper-tutelata. La tessera universitaria apre più porte della cantilena di Alì Babà e ti dà accesso a strutture sportive, sanitarie e culturali ma anche trasporto pubblico, luoghi d’intrattenimento (e chi più ne ha più ne metta!) generalmente gratis, o pagando una quota ridotta. Io la uso pure per gli sconti dal parrucchiere, tanto per farvi un’idea.

Quando inizi a lavorare, poi, se hai un visto di studio e un contratto di formazione, i privilegi si allargano alla sfera fiscale (ma si riducono sul versante sanitario).

Una roba impensabile per una, come me, che in vita sua è stata persino tassata sul rimborso spese perché aveva una fittizia partita IVA che mal-nascondeva un contratto di tipo prettamente impiegatizio.

Certo è che, prima di arrivare alla tanto agognata busta paga, se sei studente o straniero ne devi passare un po’ di tutti i colori. Specialmente se sei studente E straniero. Le difficoltà per ottenere un visto, un permesso di lavoro con data di scadenza o il Social Security Number sono “zucchero” in confronto alla frustrazione nel sentirsi dire: “Mi dispiace ma non siamo interessati a lei, perché non è cittadino americano“.

Ma quella, ormai, è storia passata. Intanto, risorta come un’Araba Fenice, affronto un nuovo capitolo e mi godo questo dolce privilegio, conquistato incredibilmente senza “conoscenze” o raccomandazioni. Benvenuti in America.

(Parentesi. L’America non è semplicemente il Paese delle opportunità: è il Paese delle Pari Opportunità. Per lo meno millantate (forse perché non hanno la Garfagna come ministra). Ed è amaramente divertente leggere sui siti delle principali aziende multinazionali “XYY è un’azienda che promuove le pari opportunità. Si prega di NON inviare il CV se non si è cittadini americani“).

Annunci

4 pensieri su “Sogni da realizzare

  1. Ciao.

    tu dai una descrizione come se tutta l’America fosse come il Massachussets. Io non credo che sia così e tu lo sai meglio di me. Le altre città non hanno le stesse tendenze progressiste di Boston, e non ospitano gente così “open-mind”. E’ inutile dilungarsi perché capisci bene di cosa sto parlando.

    Massimiliano

  2. ok 🙂
    Il tuo blog è molto bello e l’ho letto con estremo interesse!
    Al posto tuo però, translittererei la parola “america”, con questo “angolo di america”.
    Purtroppo gli europei abbiamo ancora tutti davanti agli occhi quell’America di Bush, che non era propriamente un simbolo di progresso, qualcosa cui anelare, o cui poter riporre le proprie aspirazioni e i propri sogni.
    Diciamolo pure: quell’america è stata più un incubo che un sogno.
    Ma quando parlavo male dell’America, a quel tempo, qualcuno mi faceva notare che l’america NON è tutta fatta in quel modo e che non tutti gli americani si sentivano rappresentati da certa feccia … e effettivamente anche questo era vero.

    E io non credo, e nemmeno tu lo vuoi credere, che parlare di Massachussets e di Virginia e Texas sia proprio la stessa cosa.

    Buon anno!

    1. Sono d’accordo con te, ma credo che il racconto sia divertente proprio perchè naturale. quando racconto della mia esperienza ai miei amici non penso alle precisazioni, penso alle sensazioni, ai colori, alle situazioni da vignetta…poi i lettori che conoscono meglio l’america – magari come te – sanno che quella di cui parlo è una piccola parte. ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...