Recessione

Boston University
Boston University

Oggi sono andata all’Università a ritirare il mio diploma.

Per strada ho incontrato S., un mio compagno di classe che ha lasciato una grande multinazionale in Medio Oriente per venire a studiare in America. Ora fa il commesso part-time in libreria. La stessa sorte é toccata a due ingegneri asiatici, che hanno studiato insieme a me.

In giro per Boston, tra colloqui di lavoro e job fair, la parola d’ordine è ormai RECESSIONE. Gli unici a non parlare di recessione e a dire che l’America è ancora un grande Paese in crescita sono Bush e McCain. Ora capisco perché vanno d’accordo con Silvio: sono tutti inguaribili ottimisti!

Annunci

3 pensieri su “Recessione

  1. Tanto per riconfermare il tema…Lehman Bros in Chapter 11 (http://en.wikipedia.org/wiki/Chapter_11) – un po’ come la nostra legge Marzano, non e’ proprio tecnicamente un fallimento quanto piuttosto una procedura per evitarlo e salvare il salvabile. Bank of America (che tra l’altro fu fondata da un emigrato genovese ai primi del ‘900…) sta comprando Merril Lynch. Grossi cambiamenti in atto cari miei, si salvi chi puo’!

  2. Aiuto! Mi devo trasferire a Boston per motivi personali e sono in cerca di lavoro…datemi qualche notizia incoraggiante che se no mi deprimo!

    1. Ciao Luca! Di notizie ne ho molte. Di notizie incoraggianti…fai un po’ te! Comunque ho sentito dire “in giro” che, secondo Goldman Sachs, la recessione dovrebbe finire in ottobre. Quindi -9 mesi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...